UMANITA’BUSSANTE

L’Umanità bussava alla porta, ma nessuno le apriva.
Bussa e ribussa, se ne va, lasciando sull’uscio le proprie scarpe.
Ma chi è chiuso dentro, barricato in casa? Cosa sta facendo di tanto importante da non poter aprire? Ritorna, perchè l’umanità ritorna sempre, con la curiosità e la speranza di un bambino.
Torna a bussare.
Nessuno apre.
E allora origlia. Si, sa che non si dovrebbe fare, ma le pare sia per una giusta causa.
Sente parlare di rosario e di Cuore Immacolato di Maria e allora tira un sospiro di sollievo.
Stanno pregando, ecco perchè non aprono.
La preghiera è fatta dagli uomini buoni, e ricorda con affetto un certo Gesù vissuto 2000 anni prima che tanto l’aveva aiutata a farsi conoscere al mondo.
Si siede sull’uscio della porta e aspetta, prima o poi finiranno di pregare.
Certo inizia a far caldo, non c’è acqua e non c’è riparo.
Hanno tenuto tutto all’interno della casa.
Ma gli uomini buoni le apriranno.
Guarda le rondini che volano in alto e la loro libertà le da sollievo.
Torna a bussare.
Ancora nessuna risposta.
Guarda dal buco della serratura.
Vede un panzone in felpa che cucina baccalà e polenta, e tante gente intorno che lo osanna e lo applaude.
Ora inizia a preoccuparsi perchè quella scena le ricordava tanto un rito pagano, quando lei doveva stare nascosta in una grotta e sulla terra si commettevano delitti atroci.
Ma poi scrolla la testa,
non è possibile,
ormai l’Umanità è cresciuta, è forte e grande, ha abbattuto muri e chiuso campi di concentramento, ha iniziato ad amarsi indipendentemente da sesso, etnie e religioni, specie in quella casa, specie in Europa. Magari stavano preparando un’opera teatrale.
Torna a sbirciare e a origliare.
Parlano di un muro, lungo 243 km, da costruire tra Italia e Slovenia.
Un muro ??? Dopo tutto quello che ha fatto per abbatterli??
Ora l’Umanità si sta arrabbiando.
Inizia a battere fortissimo. Batte, batte e ribatte.
I muri iniziano a tremare.
Continua a battere, non possono non udirla.
Batte per la libertà, batte per la giustizia, batte per il diritto a cercare una vita migliore, bussa per essere accolta, bussa come grido di pace, bussa per non arretrare. Bussa per resistere.
Forse non le apriranno mai.
Ma a forza di bussare, quella porta crollerà.
O crolleranno tutti i muri, e rimarrà solo quella porta, aperta.
E la casa si riempirà di persone multicolori, che canteranno e si terranno per mano, che si salveranno le une con le altre e che al posto dei muri pianteranno fiori.
Perchè per quanto si possa cercare di chiudere la porta alla primavera, i fiori sbocceranno lo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.